Atletico Minaccia Football Club - Marco MarsulloDivorato, il romanzo di Marco Masullo Atletico Minaccia Football Club. È il primo libro che leggo sul mio nuovo kindle, regalatomi per il mio compleanno perché non so più dove mettere i libri. A fine lettura però, mi vien voglia di andare in libreria e acquistare la copia cartacea, perché è uno di quei romanzi che vuoi vederlo sul tuo scaffale e sfogliarlo di tanto in tanto.

È un romanzo sulla passione viscerale per il calcio, dalla parte di chi lo vive sul campo, non dalle tribune, ma soprattutto in quei campi polverosi dimenticati da Dio, delle serie minori, delle periferie, dove dirigenti, allenatori e giocatori consumano i loro sogni all’oscuro dalla luce della ribalta. Atletico Minaccia Football Club è una squadra scalcagnata di perdenti con alla guida, in panchina, Vanni Cascione allenatore che si ispira con fede e mito incrollabili a José Mourinho.

E come in ogni storia di gloria, questo gruppo di perdenti, avrà modo di riscattarsi, e tirar fuori la parte eroica di ognuno di loro. La trama è lineare, sai già tutto fin dall’inizio: è una commedia romantica in fondo. Ma nonostante questo, il romanzo ti cattura, e non puoi fare a meno di affezionarti a questi eroi sbandati. Ti fanno ridere, ti entrano nel cuore e alla fine anche commuovere, un po’.

A differenza di Tre atti e due tempi di Giorgio Faletti (anch’esso che parla di calcio), che ho letto con piacere ma che a distanza di qualche mese non ricordo più nulla, il romanzo di Marco Marsullo sono sicuro che non svanirà nell’oblio. Lascia un segno. Di quei personaggi rimane traccia. Forse perché rappresentano quelle parti di noi che hanno bisogno di un piccolo o grande riscatto, e Atletico Minaccia Football Club ci dà la speranza che di occasioni per riscattarci, ce ne abbiamo sempre e comunque.