Gianluca Antoni

Psicologo Psicoterapeuta Ipnotista, Scrittore, Career Coach, Formatore

Category: Obiettivi (page 1 of 2)

Fattore 1% – Piccole abitudini per grandi risultati

Luca Mazzucchelli - Fattore 1% - Piccole abitudini per grandi risultatiUna buona abitudine è come una auto affidabile e sicura capace di fare 100 km con un litro di benzina; è estremamente economica e ti porta a destinazione con un investimento minimo di risorse. In più, non richiede manutenzione: una volta partita, va per la sua strada da sola, e tu puoi goderti tranquillamente la bellezza del viaggio.

Saper sfruttare al massimo questa preziosa risorsa è l’obiettivo dell’ottimo manuale, scritto dallo psicologo psicoterapeuta Luca Mazzucchelli, Fattore 1% – Piccole abitudini per grandi risultati (Giunti, 2019) che ci insegna l’ABC del potere delle abitudini e di come, con sforzi minimi, si possono raggiungere gli obiettivi che ci prefiggiamo, piccoli o grandi che siano. Continue reading

200 propositi per il nuovo anno

propositi-per-il-nuovo-annoNella breve lezione di psicologia Perché è importare definire i propositi del nuovo anno abbiamo visto quali sono i vantaggi nel definire i propositi. Per chi è a corto di idee, qui sotto trovi più di 200 propositi per il nuovo anno. Scegli tutti quelli che desideri realizzare, anche quelli che vorresti realizzare più in là nella vita. Trascrivili su di un diario e mettili in ordine di priorità temporale. Aggiungine di nuovi se non li trovi nella lista (e se vuoi indicarmeli nei commenti sarai il benvenuto!).

Fatto questo, come già scritto nel post precedente, scegli un amico fidato a cui leggere l’elenco, manifestagli il tuo impegno e il piano d’azione per realizzarli, e aggiornalo periodicamente dei progressi. Secondo una ricerca eseguita alla Dominican University infatti chi scrive gli obiettivi, dichiara il piano d’azione a un amico e lo tiene informato degli sviluppi, realizza gli obiettivi con una frequenza maggiore rispetto a chi non li mette per iscritto.

Infine, comincia fin da subito a impegnarti per realizzare il tuo primo proposito. 

 Ecco la lista: Continue reading

Il peso specifico dell’Amore – the Workshop

Il peso specifico dell'amore - the workshop - titoloA volte un’idea ti arriva così, quando meno te l’aspetti, magari di notte come è successo a me. Ti cattura e ti trascina giù dal letto e, quasi in uno stato sonnambolico, ti ritrovi alle 3 e 45 di mattina a scriverla per non lasciarla fuggire. E l’idea che mi ha trascinato giù dal letto è semplice e quasi scontata ora che è palese: tutto quello che ho fatto nella vita, in ogni settore, ha un filo comune: l’Amore. Un amore imperfetto, sia ben chiaro, ma genuino.

L’amore è qualcosa di indefinito e indefinibile, la cui essenza, il suo peso specifico, è qualcosa di soggettivo. Ognuno ha il suo, dentro di sé, in continua trasformazione ed evoluzione. Ogni giorno, da vent’anni, nella pratica clinica come terapeuta, nelle aule come formatore e consulente d’orientamento, attraverso i libri come scrittore ho fatto semplicemente questo: aiutare le persone a scoprire il proprio, e unico, peso specifico dell’amore. L’amore per se stessi, per gli altri, per lo studio, per il lavoro, per la vita. E quando lo si scopre, il proprio peso specifico dell’amore, troviamo l’armonia: sintonizziamo la nostra esistenza sul programma musicale che più ci piace, ci allineiamo con la nostra natura e i nostri sogni.

Bene, l’idea che mi ha buttato giù dal letto non si esaurisce qui ma contiene anche un  progetto: realizzare un workshop esperienziale di due o tre giorni (full immersion) per scoprire e riscoprire il proprio peso specifico dell’Amore. Un workshop dedicato a se stessi, ai propri sogni, ai propri talenti. Un workshop per imparare a volersi un po’ più bene e amare un po’ di più, e magari meglio. Si parlerà della forza del cuore e della mente, dell’innamoramento e dell’amore, della personalità e del carattere, dei sogni e della realtà, dell’omeostasi e del cambiamento. Ma soprattutto si sperimenterà nel gioco: lavori individuali e di gruppo, suggestioni e discussioni, letture e racconti. Insomma una sorta di laboratorio per crescere insieme e uscire un po’ migliori.

Ci tengo a dirlo, non aspettatevi un guru dell’amore o un saggio che trasmette saperi illuminanti, e nemmeno un seminario motivazionale stile Pnl, per intenderci. Sarà qualcosa di diverso: un percorso alla ricerca dell’umanità che ci contraddistingue e ci rende unici.

Io ce la metterò tutta, statene certi. Metterò in campo gli strumenti psicologici che ho affinato in anni di studio e lavoro per far sì che diventi una piccola esperienza magica. E magari sarà bello essere affiancato da altri professionisti o testimonial che porteranno un valore aggiunto all’esperienza.

Che ne dite? Chi di voi parteciperebbe a Il peso specifico dell’Amore – The Workshop?

Realizza i tuoi sogni – Workshop di Psicologia

Manifesto 05Nasce tutto da qui, da questo blog, l’interesse per la realizzazione dei sogni. Dopo la pubblicazione di Cassonetti mi ero chiesto di cosa potevo scrivere per promuovere il romanzo e attirare potenziali lettori. La risposta è stata ovvia: parlare di sogni, di come coltivarli, alimentarli e infine realizzarli. D’altronde avevo appena realizzato un sogno, a lungo agognato e rincorso, e la mia preparazione ed esperienza psicologica in anni di consulente d’orientamento e psicoterapeuta poteva essere messa al servizio di questa tematica. Scrissi dei post che piacquero al mio editor de Il Sole24Ore tanto da propormi di arricchirli e scriverci una guida.

Leggere manuali di auto aiuto, seppur interessanti e ricchi di spunti, a volte però non risulta sufficiente per mettere in pratica i consigli e le riflessioni che ne ricaviamo. Manca il confronto, la discussione, la condivisione con altre persone alle prese con i nostri stessi intenti. Per questo ho pensato di realizzare il Workshop – Realizza i tuoi sogni. Si tratta di un laboratorio teorico-pratico che si sviluppa in 8 incontri serali di due ore ciascuno finalizzato a lavorare concretamente per realizzare i propri obiettivi. Un tempo dedicato a sognare ad occhi aperti, concentrarsi sui propri desideri con l’impegno a realizzarli fin da subito, senza più alibi. Sarà un momento interessante e divertente di condivisione con altri compagni di viaggio che non si accontentano di vivere alla giornata ma vogliono investire sul proprio benessere e su di un futuro migliore, per se stessi e per gli altri. 

Per informazioni e iscrizioni clicca qui.

Realizza i tuoi sogni

Pubblico in anteprima la copertina di Realizza i tuoi sogni che uscirà in libreria a fine settembre per i tipi de Il Sole 24 Ore. Il libro è figlio di questo blog, perciò è naturale che la prima immagine e la presentazione (che riporto sotto) compaia proprio qui.
Buoni sogni a tutti!

Presentazione
“Per promuovere l’uscita del mio primo romanzo, ho aperto un blog Sogni nei Cass(on)etti in cui volevo parlare di sogni, di come coltivarli, alimentarli e infine realizzarli. Perché se è vero che avevo appena realizzato un mio grande sogno, era pur vero che l’attesa della pubblicazione era stata lunga e sofferta, e più volte il pensiero di rinunciare, di gettare il sogno nel cassonetto, mi aveva attraversato la mente. Cercare di realizzare i propri sogni infatti non è un’attività semplice: ci vuole coraggio, pazienza, dedizione, perseveranza, impegno e una buona dose di ottimismo. Lo scoraggiamento è sempre in agguato, e a volte sembra più semplice gettare i sogni al vento e proseguire la nostra vita navigando a vista. Ma si perde la magia.
Senza sogni, siamo una nave alla deriva. Trasportati dalla corrente rischiamo di trovarci in luoghi poco piacevoli, o addirittura di rimanere incagliati. Sognare è un’attività umana, che ci caratterizza e ci rende diversi dagli altri esseri del regno animale. Un’attività che ci ha permesso di evolvere e raggiungere traguardi una volta impensati, in tutti i campi del sapere e del sociale. E il celebre incipit del reverendo Martin Luther King è emblematico: “I have a dream…”.
I sogni ci guidano verso un futuro migliore, ci garantiscono una direzione, e forniscono un senso, piccolo o grande che sia, alla nostra esistenza. Ma bisogna saper sognare.
Sognare infatti è una capacità che richiede una serie di ingredienti per poterla esercitare con successo. In Realizza i tuoi sogni ho cercato di sintetizzare le componenti necessarie per diventare “bravi” sognatori. È il frutto di anni di esperienza come psicologo, psicoterapeuta e consulente d’orientamento, di quello che ho appreso dai miei studi, dal mio lavoro, dai miei tentativi di realizzare i sogni, e soprattutto di quello che mi hanno insegnato le persone che ho incontrato: gli studenti alle prese con la scelta scolastico-professionale,i pazienti nel loro faticoso cammino alla ricerca del benessere, i colleghi con cui condivido problematiche e passioni e i miei cari con cui ho la fortuna e il piacere di confrontarmi quotidianamente.
Per semplificare l’esposizione, ho suddiviso il libro in 10 Passi e creato una serie di esercizi pratici per lavorare sui sogni. Considerali solo dei suggerimenti. Li puoi fare seguendo diligentemente le istruzioni, oppure puoi trovare la tua modalità migliore. Infatti non esiste una ricetta universale valida per tutti. Ciò che vale per una persona, non vale per un’altra. Utilizza Realizza i tuoi sogni come uno spunto di riflessione. Prendi quello che ti serve e lascia il resto. Puoi leggerlo dall’inizio alla fine, o consultarlo qua e là in base ai tuoi interessi. Rispetta i tuoi tempi e i tuoi modi. Fa che la lettura sia un piacere, non un dovere. Un detto indiano recita: che “il maestro compare quando il discepolo è pronto”; e se sei pronto per realizzare i tuoi sogni mi auguro che questo testo possa esserti d’aiuto.
Buona lettura!
Gianluca Antoni

 

 

Un anno da scrittore e cosa è cambiato…

È passato un anno dall’uscita di Cassonetti, un anno dalla realizzazione del sogno tanto agognato e cosa è cambiato? Quanto di ciò che sognavo è diventato realtà?

Perché quando hai in testa un sogno, c’è un prima e un dopo. Il prima è la vita che conduci, sicura e ben conosciuta; il dopo è un enigma, un mondo che si svela, caratterizzato, nella tua fantasia, da un cambiamento epocale, una rivoluzione che stravolge tutto, che ti rende diverso da quello che eri. Perché un sogno è tale proprio per questo: è un evento che, nella tua mente, ha il potere di cambiarti in positivo la vita.

Nella realtà invece, cosa succede? Pubblicare un romanzo è stato così stravolgente? Be’, nel mio caso, la risposta è semplice: “no, non lo è stato!” Forse perché (ancora ;)) non ho venduto un milione di copie, mi dico. Ma a chi la racconto? Non dipende dalle vendite. Se diventassi ricco condurrei la vita allo stesso modo. Qualche preoccupazione in meno, questo sì, ma sostanzialmente rimarrei quello che sono.

Ma se fuori di me dei cambiamenti epocali non ci sono stati, dentro qualche cosa si è mosso, e forse questo qualcosa ha un potere più dirompente di un milione di copie vendute. Difficile da spiegare se non con una semplice affermazione: “mi sento bene, decisamente meglio di prima!”. Una pace interiore, un’armonia con me stesso, per essere riuscito nel mio piccolo a lasciare un’impronta, a non essere, come recita Peter in Cassonetti, “una delle tante gocce che sparisce senza lasciare un segno”.

In quest’anno ho fatto quasi 30 presentazioni, ricevuto decine e decine di commenti e recensioni, ho incontrato i lettori, mi sono confrontato con loro, li ho ascoltati, li ho letti. E ognuno di loro mi ha riportato le sensazioni, i pensieri, le emozioni che Cassonetti gli ha evocato. A molti è piaciuto, a qualcuno moltissimo, a qualcun altro un po’ meno. E c’è a chi non è piaciuto affatto. Ma indipendentemente da quanto sia piaciuto, ogni volta è stato piacevole al massimo scoprire cosa li ha toccati, sentire dalla loro voce cosa li ha colpiti. E lì che senti di essere entrato un po’, magari solo per qualche ora, nella loro vita, nella loro mente, a volte nel loro cuore, e di aver lasciato un minuscolo segno.

Questa consapevolezza è il mio cambiamento epocale, dentro me. Mi far star meglio. Sorridere al mondo, essere fiducioso, concedermi di più agli altri e voler continuare su questa strada. E questo benessere ha un valore inestimabile.

Grazie a tutti, a chi ha letto Cassonetti e a chi ancora non l‘ha fatto ma ha intenzione di farlo. E anche a te che leggi questo post e magari hai deciso che non lo leggerai mai.
Ma mai dire mai! 😉

Come realizzare un sogno – Passo 13: la Fortuna

Ebbene sì, realizzare un sogno è anche questione di fortuna. (Non a caso si tratta del 13° e ultimo passo). Attenzione però: la fortuna va aiutata! Vincere al superenalotto è sicuramente questione di fortuna, ma se non giochi non verrai mai baciato dalla buona sorte. Insomma non puoi delegare la realizzazione del sogno al puro caso e poi lamentarti perché sei sfortunato. Come già espresso nei passi precedenti, la gran parte del lavoro spetta a te, e anche essere fortunato può dipendere da te. Come è possibile?

Su questo punto ci viene in aiuto il volume Fattore Fortuna di Richard Wiseman, uno psicologo inglese che per anni ha studiato l’argomento scoprendo che esistono degli elementi che accomunano tutte le persone fortunate. In altre parole le persone fortunate possiedono tratti e atteggiamenti comuni nei confronti della vita che le porta ad essere realmente fortunate: dal vincere alla lotteria, a trovare un’opportunità di lavoro, a incontrare il grande amore e via dicendo.

Ecco in sintesi gli elementi che alimentano e favoriscono la fortuna:

  1. Cogliere le opportunità offerte dal caso: i fortunati creano, notano e afferrano le opportunità fortui­te della vita. Di solito sono persone estroverse che attaccano bottone in ogni occasione accrescendo la propria rete di contatti (sorridono il doppio, guardano negli occhi, hanno una postura più aperta). Mantengono un atteggiamento rilassato verso la vita, non stanno sulla difensiva, e colgono più occasioni regalate dal caso. Sono aperti alle nuove esperienze, dimostrano maggiore apertura mentale e amano la varietà e le novità. Continue reading

Come realizzare un sogno – Passo 12: Networking

La vita è fatta di contatti e di relazioni, e le conoscenze spesso sono indispensabili per realizzare i nostri sogni. L’incontro giusto con la persona giusta ci può aprire porte, ottenere un lavoro, conoscere nuove persone, procurarci informazioni strategiche. La cura del proprio network e l’attività di networking, ossia allargare la nostra rete di contatti, diventa quindi un passo indispensabile per il successo dei nostri sforzi.

Tutti noi conosciamo moltissime persone, dai familiari e al più lontano conoscente. Tutte queste persone vanno a formare il nostro network, la nostra rete sociale. Un network medio si aggira intorno alle 1000 persone. Se consideri che ogni tuo conoscente ne conosce altre 1000 potrai ben capire quante persone potresti potenzialmente conoscere. Dicono che solo 6 gradi di separazione ci separano da qualsiasi persona sulla faccia della terra, in altre parole attraverso solo 6 passaggi (un amico ti presenta un suo amico, che ti presenta un suo amico e via così) potremmo conoscere chiunque. Questo per farti capire la potenzialità del nostro network, e soprattutto del networking, ossia l’attività che ci permette di allargare la nostra rete di contatti.

Come si fa networking? Continue reading

Come realizzare un sogno – Passo 11: Organizzazione

Probabilmente si tratta del passo meno “romantico” della realizzazione del sogno, ma non meno importante. Realizzare un sogno significa attivarsi, compiere numerose azioni e raccogliere molte informazioni. Ci vuole tempo, ostinazione, costanza e pazienza. Si tratta di un’attività complessa e come tale richiede organizzazione, in altre parole è necessario saper gestire il tempo, le azioni, le informazioni, i contatti.

Per prima cosa il tempo: quante ore a settimana dedichi alla realizzazione del tuo sogno? Quante ore al giorno? È palese che se dedichi poco tempo, i tempi di attesa si allungheranno. A volte presi dagli impegni quotidiani ci dimentichiamo di riservare un po’ di tempo alle attività indispensabili per realizzare il sogno, a volte ci facciamo distogliere da motivi concreti e reali, più o meno seri, quali la stanchezza, gli imprevisti, gli appuntamenti, la pigrizia. Perciò decidi quanto tempo puoi e vuoi dedicare giornalmente e settimanalmente al tuo sogno. Fa in modo che Continue reading

Passo dopo passo – L’intervista sulla rivista Vanità

Older posts

© 2019 Gianluca Antoni

Theme by Anders NorenUp ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi