Gianluca Antoni

Psicologo Psicoterapeuta Ipnotista, Scrittore, Career Coach, Formatore

Tag: psicoterapia

 # 019 – Difendi e proteggi la tua umanità

keith-haring-heartQuando Daniele varcò il mio studio ero alle prime armi. Un entusiasmo alle stelle e la motivazione trainante di un caterpillar nel voler aiutare chi chiedeva aiuto, e Daniele ne aveva davvero bisogno. Poco più che ventenne, vantava già un lungo curriculum di terapeuti a cui si era rivolto ma con scarsi risultati. Che volesse essere seguito da me, dopo quella lunga sfilza di luminari e illustri terapeuti, mi sembrava un grande onore e un’enorme sfida.

Fin dal primo incontro stabilimmo un ottimo rapporto. Daniele era un bel ragazzo, brillante, alto, robusto, campione di arti marziali che in adolescenza, improvvisamente, si ritrovò a soffrire di disturbi d’ansia e attacchi di panico invalidanti che con il passare del tempo lo portarono in una spirale discendente verso la depressione. Il lungo pellegrinaggio negli studi dei “migliori” specialisti della salute mentale lo avevano portato a sperimentare su di sé diverse terapie farmacologiche e accumulare una sfilza di diagnosi tra loro contrastanti che venivano poi sintetizzate in un disturbo di personalità.

Ciò che vidi quando conobbi Daniele, era invece un ragazzo molto sensibile, ricco di risorse, la cui spontaneità era “coperta” dagli effetti dei farmaci, condizionato dalle diverse etichette psichiatriche che gli avevano appiccicato, che lo rendevano schiavo e gli impedivano di stare bene e godersi liberamente la vita. Continue reading

# 018 – Mindsight ovvero il settimo senso

mindsight ovvero il settimo sensoNella maggior parte dei casi è il dolore la molla che spinge le persone a rivolgersi a uno psicoterapeuta. Indipendentemente dal tipo di disturbo (depressivo, d’ansia, psicosomatico, dipendente o altro) la richiesta è sempre più o meno la stessa: “dottore, mi aiuti a sconfiggere il problema, non ne posso più di stare male!”.

Di solito rispondo che sì, l’aiuterò, ma sarà un lavoro di squadra e la parte più impegnativa spetterà a lei. Poi aggiungo: “Arriverà un momento che lei ringrazierà il suo disturbo, saremo alla fine del percorso, si sentirà più forte e arricchita”.

La reazione di solito è perplessa e meravigliata. “Dottore, com’è possibile ringraziare questo sintomo che voglio estirpare e mi sta arrecando tanta sofferenza?”

“Vero, in questo momento sembra impossibile. Ma è ciò che avviene perché, grazie al suo disturbo, e al percorso che faremo, imparerà a conoscersi meglio. Sarà un viaggio bellissimo, un’avventura, dove avrà modo di crescere e sviluppare risorse che nemmeno si sognava di avere”.

Ora, un clinico può pensare che è un modo per seminare una suggestione ipnotica, e può esserlo, ma in realtà è ciò che davvero succede.

La psicoterapia infatti non è semplicemente un percorso che ci porta a superare i nostri disturbi, ma è un percorso che ci porta a sviluppare e potenziare il nostro settimo senso. Continue reading

# 014 – I livelli del cambiamento personale

barrie simmons

Barrie Simmons (foto di Dario di Lorenzo)

Ognuno di noi, nel proprio lavoro e nella propria vita, incontra dei maestri che lasciano un segno indelebile. Per me lo è stato Barrie Simmons, uno dei più grandi terapeuti che ho incontrato e con cui ho avuto la fortuna di formarmi. L’ho conosciuto negli ultimi anni della sua vita; la sua mole lo faceva sembrare al Buddha grasso, immagine suffragata da quel pozzo di saggezza professionale e di vita che esprimeva. 

Formatosi direttamente con Frits Perls, il padre della psicoterapia della Gestalt, è stato lui a portarla in Italia all’inizio degli anni settanta, e osservarlo lavorare mi sembrava di essere in contatto direttamente con le radici di questo approccio psicoterapeutico, un po’ come se uno psicoanalista fosse in contatto con Freud.

Un giorno mi confrontai con lui su cosa rappresentava per me la psicoterapia. Utilizzai la metafora dell’artigiano. Con l’entusiasmo e l’energia del terapeuta alle prime armi dissi che aiutare una persona a cambiare era un lavoro artigianale, di costruzione creativa, unico e irripetibile, modellato ad hoc.

Barrie mi ascoltò in silenzio. Quando ebbi finito, scosse la testa. Continue reading

100 brevi lezioni di psicologia – Presentazione

100-brevi-lezioni-di-psicologia_presentazioneCon questo post inauguro la nuova rubrica 100 brevi lezioni di psicologia che scriverò con frequenza più o meno settimanale. L’obiettivo è di pubblicare brevi articoli di psicologia dal taglio pratico e concreto. Non aspettarti perciò lezioni cattedratiche e disquisizioni teoriche su Sigmund Freud, Carl Gustav Jung, Milton Erickson, Burrhus Skinner o altri, perché non affronterò i temi da un punto di vista teorico.

Quello che farò invece sarà di introdurre i singoli argomenti in modo molto semplice, come spunti di riflessione, con lo scopo di mettere un po’ in discussione le convinzioni, le conoscenze e i modi di affrontare la vita e offrirti suggerimenti pratici (cose da fare) per apportare qualche piccolo cambiamento nella quotidianità e riscontrarne gli effetti. Il tutto chiaramente con l’obiettivo di star meglio con te stesso e con le persone a cui tieni.

Continue reading

La depressione

depressioneI FATTI

Più di 450 milioni di persone nel mondo soffrono di depressione in un qualsiasi momento. Il disturbo mentale più diffuso al mondo, comunemente accompagnato da altre forme di afflizioni mentali ed emotive, in particolare i disturbi d’ansia e i comportamenti di dipendenza.

Le ricerche suggeriscono che le donne hanno un probabilità doppia di diventare depresse.

La depressione è un’emozione forte che mostra alti livelli di attivazione fisiologica.

Più del 60% delle persone depresse soffrono di un altro disturbo d’ansia come il disturbo ossessivo compulsivo, il disturbo post traumatico da stress o l’ansia generalizzata.

La depressione è in aumento in ogni fascia di età, nonostante una spesa mondiale di oltre 50 bilioni di sterline in antidepressivi.

In media, il 15% delle persone che ripetutamente cadono in uno stato depressivo hanno un maggior rischio di suicidio.

 

I SINTOMI CHIAVE

É importante conoscere i sintomi della depressione per poter riconoscere se qualcuno a te vicino ne è colpito – qualcuno che fa parte della tua vita sociale, un membro della tua famiglia, un dipendente o un collega al lavoro. Continue reading

Fibromialgia

fibromialgia_ipnosiLa fibromialgia è una sindrome caratterizzata da un dolore cronico e incoercibile che interessa numerosi distretti muscolo-scheletrici del corpo e vissuto in vario modo: da un indolenzimento costante fino a dolori acuti e insopportabili. Il dolore è comunque localizzato e accentuato in punti focali (tender points) in cui si attiva attraverso la digitopressione.

 

Sintomi

I sintomi correlati alla sindrome sono molteplici e influenzano sulla qualità della vita (il 30-40% di chi ci soffre si trova a dover lasciare o cambiare lavoro). Ecco i principali. Continue reading

Cosa NON dire a una persona depressa (e cosa fare)

cosa non dire a un depressoQuando la depressione colpisce una persona cara, anche chi le sta vicino ne può risentire. Il desiderio di aiutarla spesso rimane frustrato perché qualsiasi cosa facciamo o diciamo non fa breccia su di lei. Come nel caso di un attacco di panico, il buon senso non basta, anzi, può peggiorare la situazione. Ecco una lista di frasi da NON dire a chi è depresso:

  • “Tirati su!”
  • “Tutto passa!”
  • “Quanto la fai tragica! I problemi sono ben altri!”
  • “Non sei una nullità, sei una persona splendida!”
  • “Ti ammiro, sei speciale!”
  • “Alzati, datti da fare, stare sul letto non ti porta da nessuna parte!”
  • “Reagisci!”
  • “Smettila di piangere, non sei un/a bambino/a!”
  • “Su con il morale!”
  • “La vita è bella!”
  • “La felicità è nelle piccole cose, come fai a non accorgertene!”
  • “Tira fuori gli attributi, non vorrai essere un pappamolla!”
  • “Hai rotto le scatole, mica sei depresso solo tu!”
  • “Pensa anche agli altri, non puoi continuare a lamentarti!”
  • “Se continui così farai terra bruciata attorno, perderai tutte le persone che ti vogliono bene!”
  • “Pensare al suicidio è da codardi!”
  • “Ti ci vorrebbe la zappa e la vanga, così ti accorgeresti quanto i tuoi problemi sono irrilevanti!”
  • “Si vede che sei stato viziato da piccolo/a”.
  • “Non è la fine del mondo!”
  • “Volere è potere!”
  • “So benissimo cos’è la depressione, sai quant’è volte ci sono passato/a!”
  • “Dormici sopra e domani mattina starai meglio!”

 

Cosa fare?

Chi soffre di depressione sta davvero male, non finge e non riesce a reagire. L’umore depresso è una nuvola nera che offusca ogni cosa. Non c’è pensiero o azione che possa spazzarla via. Spingerlo a reagire o a vedere il mondo colorato non funziona, anzi, crea un senso di rabbia, di incomprensione e di frustrazione che possono spingere la persona ad isolarsi ancora di più. Ecco cosa puoi fare: Continue reading

A volte nessuno immagina che quelle persone siamo noi

A volte sono le persone che nessuno immaginava che possano fare certe cose, quelle che fanno cose che nessuno immaginava

alan-turingCome riporta wikipedia, Alan Turing è stato un matematico, logico e crittografo britannico considerato uno dei padri dell’informatica e uno dei più grandi matematici del XX secolo. Durante la seconda guerra mondiale, operò in Inghilterra per decifrare i messaggi scambiati da diplomatici e militari delle Potenze dell’Asse e ideò una macchina elettromeccanica in grado di decodificare i codici creati mediante la macchina Enigma che contribuì notevolmente ad abbreviare la guerra e alla vittoria sulla Germania.

La sua figura e il suo prezioso contributo sono ben delineati nel bel film The imitation game  di Morten Tyldum (2014).

Alan Turing rientra nel classico stereotipo dei geni, dove genio e follia vanno a braccetto. La personalità di Alan Turing infatti  è particolare, e rivela una grande difficoltà nello stabilire relazioni, nel gestire e comprendere le emozioni (forse oggi verrebbe inserita nella sfera dell’autismo). A primo acchito una persona a cui nessuno darebbe la minima fiducia. Eppure Continue reading

© 2018 Gianluca Antoni

Theme by Anders NorenUp ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi